Mercato

La fusione FCA – PSA sta finalmente avvenendo!

In un certo senso tutti sapevano che sarebbe successo e finalmente sta accadendo che Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e Peugeot (PSA) hanno entrambi deciso di avviare

In un certo senso tutti sapevano che sarebbe successo e finalmente sta accadendo che Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e Peugeot (PSA) hanno entrambi deciso di avviare la fusione. Secondo i rapporti dei prossimi 10-15 mesi, le due organizzazioni esamineranno le proposte e cercheranno l’approvazione dei loro investitori in modo da combinare in un’immacolata congruenza 50/50.

Come ha affermato Paul Horrell, noto blogger, con la notizia intitolata, “Ciò che hai in questa fusione è ciò che i responsabili del pane finanziario definiscono una buona scelta, si tratta di due entità con aree complementari di successo. “L’anno scorso, PSA ha venduto 3,4 milioni di veicoli in quello che chiamano EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa), mentre FCA ha venduto meno della metà di quello nella stessa area. Eppure PSA ha registrato un completo flop in Nord America, dove FCA ha toccato i 2,5 milioni di veicoli venduti”. Il gruppo PSA è più piccolo di quello FCA in America Latina.

La fusione tra FCA e PSA sta andando avanti: ecco le novità

Inoltre, la nuova organizzazione finirà per essere la quarta casa automobilistica mondiale per volume e la terza per reddito. Alla luce delle cifre del 2018, potrebbe toccare un totale di 8,7 milioni di veicoli per ogni anno, con entrate per circa 170 miliardi di euro, un vantaggio di oltre 11 miliardi di euro e un fatturato complessivo del 6,6%. I marchi coinvolti ovviamente sono Abarth, Alfa Romeo, Citroen, Chrysler, Dodge, DS, Fiat, Jeep, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot, Ram e Vauxhall. Questo è un portafoglio straordinario – e le due aziende hanno valutato che oltre il 66% dei suoi futuri veicoli venduti sarà fondato su due sole fasi.

Questa condivisione di piattaforme, componenti, propulsori e tecnologia risparmierà alla nuova organizzazione combinata circa € 3,7 miliardi ogni anno, senza chiudere gli impianti di produzione. Allo stesso modo consentirà di avere l’autorità, le risorse e la scala per essere in prima linea in un altro momento di versatilità pratica. La parte dirigenziale sarà composta da cinque persone designate da FCA, cinque assegnate da PSA e dal CEO della nuova organizzazione – Carlos Tavares, a partire da ora supervisore di PSA e qualche tempo fa di Renault.

Notizie Correlate
Mercato

FCA: registrato ai brevetti la sigla My Freedom

FiatMercato

Foxconn e Fiat annunciano una partnership per creare auto elettriche

Mercato

FCA: successo in Polonia nel 2019 con vendite record

Mercato

Fiat Chrysler: calo del 2% nelle vendite di auto in USA nel quarto trimestre