INFO: il liquido freni - manutenzione e cambi

lope

Nuovo Alfista
Messaggi
6,520
Punti
36
Il liquido freni va cambiato ogni due anni?
Perchè?



Il liquido freni non si consuma, e quindi di conseguenza non si rabbocca mai tranne rari casi da verificare per bene.
Se cala di solito è perchè la pastiglia si assottiglia.



Perchè cambiarlo allora?

Trasporta la forza del pedale perchè è incomprimibile: l'aria la puoi comprimere, l'olio freni no, quindi la forza che applica la pompa la trasmette fino alle pompette della pinza, amplificata dal servofreno.

Ma è un liquido idroscopico: dall'umidità dell'aria preleva acqua e la ingloba dentro se stesso, più o meno rapidamente a seconda se normale o di tipo racing evoluto ecc

Quando l'olio freni si scalda ha una certa soglia entro cui funziona (tipo i 200 gradi e altro a seconda del DOT)
MA se ha assorbito troppa umidità, bastano i 100 gradi per far bollire l'acqua al suo interno!
Si creano quindi bolle di vapore dentro i condotti... il vapore si comprime, ergo non trasmette la forza alla pinza freno.

In pratica se non lo cambi mai l'auto frena lo stesso... in condizioni normali.
Ma in casi particolari, in frenate molto intense o in sforzi a caldo c'è il rischio che NON abbia una sufficente affidabilità e tenuta al calore...

Quindi chi non lo cambia mai dopo anni dice che frena bene lo stesso... ma se gli capitasse un surriscaldamento rischia di trovarsi senza freni.
E visto che un surriscaldamento capita o in frenate di emergenza, o scendendo da una montagna...
diciamo che è meglio prevenire :)



--


Aggiungo un paio di cose.

- Anche se non sottoposto a scaldate particolari, il liquido vecchio raccogliendo umidità e microresidui dell'impianto frenante (gomma, metallo) perde le sue caratteristiche e rende il pedale gommoso.
In sostanza cambiandolo ci si accorge che il pedale diventa mooolto più diretto.

Inoltre è verissimo che assorbe l'umidità, per cui si contamina, ed è anche vero che scaldandolo numerose volte (montagna, pista, frenatoni autostradali) si "cuoce" e diventa acquetta.

Un'ultima cosa, i liquidi freni sono classificati secondo categorie DOT.
Ognuna indica la maggior resistenza del liquido al surriscaldamento, ovvero il maggior punto d'ebollizione.
DOT3 è un liquido quasi non usato più o usato su piccoli motocicli o scooter, DOT4 è l'attuale liquido che si mette originariamente nell'impianto della 147 e delle più comuni vetture, ma notate bene che lo step successivo NON E' il DOT5, bensì il DOT5.1!
Il DOT5 è un tipo di liquido diverso, completamente sintetico e che necessita di un impianto apposito. E' usato nelle competizioni, dura pochi mesi e non regge i due anni di vita dei normali DOT, ed è incompatibile con i nostri circuiti e guarnizioni.

I liquidi possono essere rabboccati usando lo stesso DOT presente in vaschetta o uno di categoria superiore (se avete DOT4 potete miscelarlo con DOT5).
E' possibile miscelare anche DOT di categorie inferiori ma notate che in questo caso il liquido risultante dal miscelamento sarà conforme alle caratteristiche del liquido aggiunto di categoria più bassa. Quindi se ad un DOT5.1 miscelassimo del DOT3, tutto il liquido diverrebbe DOT3.
Se, viceversa, ad un DOT4 miscelassimo un DOT5.1, rimarrebbe sempre un DOT4!



----
By Lope e Principe
----
 
Alto Basso