Giappone - prima il tifone Tokage, poi i terremoti

secci

Nuovo Alfista
Messaggi
26,410
Punti
38
TOKYO (Reuters) - Il tifone più disastroso che si sia abbattuto sul Giappone da oltre vent'anni a questa parte ha causato almeno 66 morti e molti dispersi.

Molte persone sono morte a causa delle frane provocate dalle forti piogge del tifone Tokage, che ha colpito buona parte del Giappone ieri.

Altre hanno perso la vita nelle inondazioni o sono state trascinate via dalle onde prodotte nel nordest da Tokage, che in giapponese significa lucertola.

E' il decimo tifone a colpire quest'anno il Giappone, un record per il paese.

L'agenzia di stampa Kyodo dice che 66 persone sono morte e 22 mancano all'appello a causa del tifone, mentre secondo l'Agenzia Gestione Incendi e Disastri i morti sono 59 e i dispersi 22.

Secondo l'Agenzia Meteorologica, il numero di persone uccise o disperse è il più alto per un singolo tifone dal 1982, quando persero la vita o risultarono disperse 95 persone.

Un totale di 167 persone, tra cui 102 apprendisti intorno ai 20 anni di età, sono stati salvati dalla loro nave scuola, la Kaio Maru di 2.556 tonnellate, che si è arenata a Toyama, 255 chilometri a ovest di Tokyo. Sedici di loro hanno subito ferite come fratture al polso.

Tra le vittime ci sono tre persone uccise quando alte onde si sono infrante su alcuni spartiacque di cemento e poi si sono abbattute sulla loro abitazione a Kochi, sull'isola di Shikoku nel Giappone occidentale.

L'emittente pubblica NHK ha detto che un'onda di 17,79 metri -- alta come un palazzo di sei piani -- ha colpito ieri il litorale della città poco prima che le onde colpissero le case.

Il Tokage, un tifone di tipo abbastanza raro, ha un raggio di circa 500 chilometri e dunque rischia di colpire a lungo il Giappone con piogge e venti, ha detto l'agenzia meteorologica giapponese.


prima



dopo



Tokyo, 23 ott. (Ap-Apcom) - E' salito ad almeno otto morti, 500 feriti e un decina di dispersi il bilancio della serie di scosse sismiche - almeno sei - che hanno colpito questa mattina le regioni settentrionali del Giappone. Fra le vittime ci sono tre bambini, deceduti in un incendio. Lo riferisce l'agenzia di stampa Afp, riportando fonti di polizia.

Il terremoto, che ha raggiunto una magnitudo fino a 6.8 gradi sulla scala Richter, ha provocato il collasso di diversi edifici, la fuga di centinaia di persone e il deragliamento di un treno veloce a nord di Tokyo e di un treno di linea. Le operazioni di salvataggio e assistenza sono ritardate dal buio e dalle strade interrotte.

L'epicentro del sisma è stato nella città rurale di Ojia, 260 chilometri a nord ovest di Tokyo. Le case della capitale hanno tremato per diversi minuti. L'agenzia meteorologica ha escluso il rischio tsunami (onde anomale), mentre è elevato il rischio di smottamenti, in seguito alle forti piogge che hanno investito il paese al passaggio del tifone Tokage la settimana scorsa (79 morti).

Il primo ministro Junichiro Koizumi ha ordinato alla protezione civile di fare una stima dei danni. Per le operazioni di salvataggio è stata organizzata una cellula di emergenza, con undici aerei del ministero della Difesa.

Le autorità ferroviarie hanno dichiarato che un treno ad alta velocità è deragliato vicino alla città di Nagaoka, nella provincia di Nigata, la più devastata dal sisma, con 250mila abitazioni prive di elettricità. Non ci sono state vittime fra i 150 passeggeri del treno veloce, il primo a deragliare in 40 anni, da quando i Shinkansen sono entrati in servizio in Giappone. Un altro treno, un espresso diretto a Nigata, è uscito dai binari e si è rovesciato su un fianco.

Il movimento sismico è iniziato pochi minuti prima delle 18 del pomeriggio, ora locale, alle 10.56 ora italiana. Le successive scosse si sono prodotte circa ogni quaranta minuti, con una magnitudo fino a 6.8 gradi della scala Richter. In diverse città sono venute a mancare temporaneamente acqua e luce.
 

Friendevil

Nuovo Alfista
Messaggi
16,898
Punti
38
X fortuna sono giapponesi e si rimettono in sesto subito...Fosse capitato da noi capiterebbe come i vari terremoti in umbria e Irpinia che sono ancora lì a combattere..

Con il metodo antisismico le case sono riuscite a sopportare un terremoto del 7° grado della scala Richter che ricordo avere 8 gradi :?: :?: :?:
 

Kontorotsui

Nuovo Alfista
Messaggi
7,715
Punti
36
Friendevil":2uvbad15 ha scritto:
X fortuna sono giapponesi e si rimettono in sesto subito...Fosse capitato da noi capiterebbe come i vari terremoti in umbria e Irpinia che sono ancora lì a combattere..
E' vero... io sono stato in Giappone pochi anni dopo che un terremoto aveva distrutto Kobe e l'intera citta', grande come Genova, che era stata quasi completamente rasa al suolo l'avevano ricostruita tutta... c'erano rimasti solo un paio di "buchi" in periferia :schok)

Fosse stata l'Italia avremmo trovato containers per generazioni :nono02)

Friendevil":2uvbad15 ha scritto:
Con il metodo antisismico le case sono riuscite a sopportare un terremoto del 7° grado della scala Richter che ricordo avere 8 gradi :?: :?: :?:
Ehm... no, la scala Richter non ha un limite.
La scala Richter, a differenza delle altre (tipo la Mercalli) non quantifica i terremoti in base agli effetti, ma secondo una misurazione precisa: e' il logaritmo dell'energia liberata.
Questo significa che un terremoto di grado 5 e' 10 volte piu' potente di uno di grado 4, e 100 volte meno potente di uno di grado 7. In termini energetici, 1 grado significa 250 volte piu' energia.
Il massimo misurato (si calcola con l'ampiezze delle onde, quindi serve un sismografo) e' 8.6 in Giappone.. una cosa devastante.

Per capirsi, il terremoto di settimo grado di Richter e' l'equivalente energetico di una bomba da 32megaton (32 milioni di TNT) esplosa sottoterra :jaw)
In misurazione di tonnellate di TNT equivalente, 1 grado e' 32 volte di piu'.
Quello di 8.6 gradi in Giappone equivaleva a 6000 megaton, 3 MILIONI di volte piu' potente della bomba su Hiroshima i cui effetti sono ben noti. :eek:hmamma)
 

Friendevil

Nuovo Alfista
Messaggi
16,898
Punti
38
Kontorotsui":bu3n0azw ha scritto:
Friendevil":bu3n0azw ha scritto:
X fortuna sono giapponesi e si rimettono in sesto subito...Fosse capitato da noi capiterebbe come i vari terremoti in umbria e Irpinia che sono ancora lì a combattere..
E' vero... io sono stato in Giappone pochi anni dopo che un terremoto aveva distrutto Kobe e l'intera citta', grande come Genova, che era stata quasi completamente rasa al suolo l'avevano ricostruita tutta... c'erano rimasti solo un paio di "buchi" in periferia :schok)

Fosse stata l'Italia avremmo trovato containers per generazioni :nono02)

Friendevil":bu3n0azw ha scritto:
Con il metodo antisismico le case sono riuscite a sopportare un terremoto del 7° grado della scala Richter che ricordo avere 8 gradi :?: :?: :?:
Ehm... no, la scala Richter non ha un limite.
La scala Richter, a differenza delle altre (tipo la Mercalli) non quantifica i terremoti in base agli effetti, ma secondo una misurazione precisa: e' il logaritmo dell'energia liberata.
Questo significa che un terremoto di grado 5 e' 10 volte piu' potente di uno di grado 4, e 100 volte meno potente di uno di grado 7. In termini energetici, 1 grado significa 250 volte piu' energia.
Il massimo misurato (si calcola con l'ampiezze delle onde, quindi serve un sismografo) e' 8.6 in Giappone.. una cosa devastante.

Per capirsi, il terremoto di settimo grado di Richter e' l'equivalente energetico di una bomba da 32megaton (32 milioni di TNT) esplosa sottoterra :jaw)
In misurazione di tonnellate di TNT equivalente, 1 grado e' 32 volte di piu'.
Quello di 8.6 gradi in Giappone equivaleva a 6000 megaton, 3 MILIONI di volte piu' potente della bomba su Hiroshima i cui effetti sono ben noti. :eek:hmamma)
Io ricordavo da scuola che la scala Richter avesse un limite di 8 come dato numerico menter la Mercalli si fermasse a 12 :OK)
Dunque partendo dalla tua spiegazione posso dedurre che un terremoto di scala 8 è talmente forte da poter essere considerato il massimo fin'ora visto...Forse è x quello che l'hanno fatta scolasticamente fermare a 8 ( o 9,adesso mi viene il dubbio).
:OK) :OK) :OK)
 

Kontorotsui

Nuovo Alfista
Messaggi
7,715
Punti
36
Friendevil":2xih2nrm ha scritto:
Io ricordavo da scuola che la scala Richter avesse un limite di 8 come dato numerico menter la Mercalli si fermasse a 12 :OK)
Dunque partendo dalla tua spiegazione posso dedurre che un terremoto di scala 8 è talmente forte da poter essere considerato il massimo fin'ora visto...Forse è x quello che l'hanno fatta scolasticamente fermare a 8 ( o 9,adesso mi viene il dubbio).
:OK) :OK) :OK)
La Richter e' una scala logaritmica sull'intensita' dei terremoti. Poiche' non esiste un limite teorico all'intensita' possibile di un terremoto (o meglio, si potrebbe come limite massimo considerare tutta l'energia latente nella Terra ma sarebbe assurdo) la scala non ha limite... ma essendo logaritmica si ferma ad un certo punto e fatica ad andare oltre (come i decibel... sopra 130 non si va facilmente).

Statisticamente, terremoti (registrati) che raggiungono il nono grado per ora, e per fortuna, non ci sono stati. Di fatto, quindi, l'ottavo e' considerato il massimo proprio perche' oltre 8,6 non si e' mai andati... ma niente ti garantisce che non si possa fare di piu' :shrug03)
Per inciso, da 8 a 8,6 c'e' una bella differenza, arrotondare non e' una buona idea nelle scale logaritmiche :nod)

La Mercalli invece si basa sugli effetti distruttivi. Se il grado 12 descrive la totale distruzione, e' ovvio che piu' di quello non si puo' avere. :ka)
 

Friendevil

Nuovo Alfista
Messaggi
16,898
Punti
38
Kontorotsui":2koc4bcl ha scritto:
Friendevil":2koc4bcl ha scritto:
Io ricordavo da scuola che la scala Richter avesse un limite di 8 come dato numerico menter la Mercalli si fermasse a 12 :OK)
Dunque partendo dalla tua spiegazione posso dedurre che un terremoto di scala 8 è talmente forte da poter essere considerato il massimo fin'ora visto...Forse è x quello che l'hanno fatta scolasticamente fermare a 8 ( o 9,adesso mi viene il dubbio).
:OK) :OK) :OK)
La Richter e' una scala logaritmica sull'intensita' dei terremoti. Poiche' non esiste un limite teorico all'intensita' possibile di un terremoto (o meglio, si potrebbe come limite massimo considerare tutta l'energia latente nella Terra ma sarebbe assurdo) la scala non ha limite... ma essendo logaritmica si ferma ad un certo punto e fatica ad andare oltre (come i decibel... sopra 130 non si va facilmente).

Statisticamente, terremoti (registrati) che raggiungono il nono grado per ora, e per fortuna, non ci sono stati. Di fatto, quindi, l'ottavo e' considerato il massimo proprio perche' oltre 8,6 non si e' mai andati... ma niente ti garantisce che non si possa fare di piu' :shrug03)
Per inciso, da 8 a 8,6 c'e' una bella differenza, arrotondare non e' una buona idea nelle scale logaritmiche :nod)

La Mercalli invece si basa sugli effetti distruttivi. Se il grado 12 descrive la totale distruzione, e' ovvio che piu' di quello non si puo' avere. :ka)
Perfetto tu hai spiegato bene tecnicamente quello che volevo dire io :OK)
 
Alto Basso