Fiat

Fiat sta testando la geofencing che cambierà automaticamente i veicoli ibridi in modalità elettrica nella città di Torino

Fiat Chrysler

Con l’adozione di normative più rigorose sulle emissioni in tutta Europa, le case automobilistiche stanno aggiungendo più auto elettriche a zero emissioni ai loro modelli per ridurre le loro emissioni medie di CO2. Un nuovo modo per ridurre le emissioni nelle città sta iniziando a guadagnare trazione. Fiat Chrysler lancia un progetto pilota con il Dipartimento dei trasporti, le infrastrutture e la mobilità della città di Torino che commuterà automaticamente i suoi veicoli ibridi in modalità elettrica ogni volta che un conducente entra in una zona geofence nella città italiana. L’obiettivo è contribuire a ridurre le emissioni e i gas a effetto serra in città.

Il progetto, denominato “Turin Geofencing Lab” e che coinvolge le autorità cittadine e l’agenzia di trasporto pubblico GTT, si basa su un sistema prototipo con sensori di bordo completamente integrati che consentono a un’auto di riconoscere quando sta entrando in una zona a traffico limitato, ha detto FCA Mercoledì. I sensori spengono quindi automaticamente il motore a combustione e passano alla modalità elettrica quando un guidatore entra nei limiti della città. Ciò consentirebbe ai conducenti di auto ibride di avere accesso a vantaggi aggiuntivi che ottengono i proprietari di veicoli elettrici, come parcheggi dedicati per veicoli elettrici.

Il sistema è stato inizialmente testato sul nuovo modello ibrido plug-in Jeep Renegade 4xe. I test potrebbero essere estesi ad altri modelli ibridi del gruppo dal prossimo anno. Il Renegade 4xe è dotato di un motore a benzina e di un motore elettrico. La batteria di bordo consente a Renegade 4xe di funzionare come un veicolo completamente elettrico per un massimo di 30 miglia con una carica completa, che è abbastanza per spostarsi in un centro affollato e compatto.

Un progetto simile è stato lanciato lo scorso anno dalla casa automobilistica tedesca BMW e dalla città di Rotterdam , tuttavia i veicoli BMW non sono passati automaticamente alla modalità elettrica. Invece ha spinto il guidatore tramite promemoria smartphone a passare all’elettrico nell’area geofenced.  Rotterdam ha considerato il divieto di veicoli a motore a combustione interna entro i limiti della città creando “zone esclusivamente elettriche” come un modo per contribuire a ridurre l’inquinamento atmosferico.

Nel programma pilota di FCA, il guidatore non ha alcun controllo sull’interruttore elettrico poiché i sensori di bordo determinano la posizione del veicolo. Roberto Di Stefano, Head of EMEA e-Mobility di FCA, ha affermato che una volta completato il progetto di Torino, questo verrà gradualmente offerto ad altre città, in Italia e all’estero. La Fiat è in ritardo rispetto ai suoi concorrenti nell’introdurre nuovi modelli completamente elettrici e ibridi e sta cercando modi per ridurre le emissioni medie nel frattempo mentre l’azienda sviluppa nuovi modelli elettrici e ibridi. Sebbene le versioni elettriche della compatta Fiat 500 e le versioni ibride plug-in dei modelli Renegade e Compass di Jeep arriveranno sul mercato quest’estate.

Gli sforzi per ridurre l’inquinamento nelle città sono diffusi in tutta l’UE, a partire dalla messa al bando dei veicoli diesel. Nell’ottobre 2019, la città europea di Bruxelles ha votato per vietare i veicoli a motore a combustione interamente dai limiti della città entro il 2035. La legislazione adottata dal governo della città prevede il divieto di modelli diesel a inquinamento più elevato entro il 2030 e quelli che funzionano a benzina cinque anni dopo .  L’UE ha messo in atto una legislazione per ridurre le emissioni di almeno il 40% entro il 2030 come parte del quadro 2030 per il clima e l’energia dell’UE e contribuire all’accordo sul clima di Parigi, che è progettato per ridurre sostanzialmente i gas a effetto serra per combattere il riscaldamento globale.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler investirà circa 1 miliardo di euro a Pomigliano per Tonale e Panda ibrida

Notizie Correlate
Fiat

Fiat Chrysler riprenderà la produzione il 16 giugno in Polonia

Fiat

FCA Heritage è ora anche su Instagram e Facebook

Fiat

PSA e FCA: Bruxelles potrebbe richiedere alcune condizioni

Fiat

Oggi si aprono gli ordini per la Nuova Fiat 500 “la Prima” in versione berlina