Fiat MegaRottamazione

Al via la MegaRottamazione di Fiat, l’eccezionale campagna che consentirà a tutti di cambiare la propria vecchia auto a condizioni straordinarie. Per la prima volta, all’incentivo può accedere chiunque in quanto non è necessario che il cliente sia proprietario del veicolo da rottamare né soprattutto avere alcun vincolo di parentela: Fiat offre quindi questa opportunità davvero a tutti. Basterà trovare un veicolo da rottamare e che ovviamente il proprietario sia d’accordo. L’iniziativa dimostra, ancora una volta, la forte volontà di FCA di perseguire l’obiettivo di rinnovamento del parco circolante in Italia, notoriamente tra i più anziani d’Europa, con importanti benefici sulla sicurezza stradale e sull’impatto ambientale.

Nel dettaglio, grazie alla MegaRottamazione è possibile scegliere la gamma Panda in pronta consegna a partire da 7.600 euro in caso di finanziamento oppure optare per un modello della famiglia Tipo in pronta consegna a partire da 11.500 euro in caso di finanziamento, con sconti che arrivano fino a 6.000 euro sulla gamma Fiat. Offerte irrinunciabili anche per la 500L, a partire da 12.700 euro e per 500X, a partire da 15.500 euro. Dunque con la MegaRottamazione ci si più mettere al volante della vettura più adatta alle proprie esigenze usufruendo di condizioni straordinarie.

Tutti gli automobilisti potranno approfittare di questa opportunità unica anche in occasione dei tre porte aperte previsti per il mese di maggio nei fine settimana 11/12 – 18/19 – 25/26 maggio. L’iniziativa è supportata dalla nuova campagna di comunicazione, che vede Rovazzi nuovamente protagonista nelle vesti del presentatore di un telegiornale, nel corso del quale annuncerà la scomparsa dell’auto della nonna. Al termine del video Rovazzi ammetterà di essere egli stesso il colpevole e di aver fatto sparire la vettura per poter usufruire della MegaRottamazione ed acquistare una nuova Fiat. La campagna è realizzata da Leo Burnett, lo spot TV è realizzato congiuntamente a Fabio Rovazzi con la regia di Maccio Capatonda, Danilo Carlani e Alessio Dogana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here