Fiat Chrysler

Il motore Pentastar del gruppo Fiat Chrysler Automobiles nonostante non abbia ancora 10 anni ha raggiunto il traguardo dei 10 milioni di unità prodotte. Il 10-milionesimo motore Pentastar, che alimenta 16 modelli attuali e futuri di FCA, è uscito dalla catena di montaggio presso il Trenton Engine Complex mercoledì. Introdotto come V-6 da 3,6 litri nel 2010, la famiglia di motori Pentastar comprende attualmente sei varianti. Noto per una prestazione ricca di coppia, il Pentastar da 3,6 litri di oggi è uno dei motori migliori in termini di risparmio del carburante. I Pentastar rappresentano attualmente la metà del totale combinato di motori che alimentano i veicoli commerciali Chrysler, Dodge, Jeep e Ram. Questo motore sarà anche il propulsore del pick-up Jeep Gladiator.

“La famiglia Pentastar ha tutte le caratteristiche di un’icona duratura”, afferma Bob Lee, capo della divisioni motori e ingegneria dei sistemi per Fiat Chrysler in Nord America. Il Pentastar offre un collettore di scarico integrato e cartucce di filtro dell’olio ecocompatibili fatte di carta. Con poca o nessuna modifica, i motori Pentastar possono adattarsi al montaggio longitudinale o trasversale, alle architetture frontali, posteriori e alla trazione integrale, così come a trasmissioni automatiche e manuali.

Entro quattro anni dal lancio, grazie alla sua grande flessibilità, questo motore ha aiutato FCA a sostituire sette famiglie di sei cilindri con un V-6 unico che conferisce reattività e risparmio di carburante a tutti i veicoli in cui viene offerto. I due attributi erano obiettivi chiave per l’introduzione nel 2015 di un Pentastar potenziato da 3,6 litri, che vanta il ricircolo dei gas di scarico raffreddato per una maggiore efficienza, in particolare in situazioni di carico elevato. Inoltre, il Pentastar da 3,6 litri di seconda generazione offre un aumento di coppia fino al 14,9% a velocità inferiori a 3000 giri / min. Fiat Chrysler USA ha inoltre migliorato il risparmio di carburante e la raffinatezza con l’aggiunta di un dispositivo di sollevamento a valvola variabile a due fasi.