Fiat

Fiat Chrysler aperta ad alleanze ma Maserati non si vende

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler è aperto a valutare possibili opportunità di alleanze e fusioni, se queste hanno un senso, ma la vendita del suo marchio di lusso Maserati non è un’opzione, ha detto il CEO Mike Manley al Salone di Ginevra Martedì. “Abbiamo un forte futuro indipendente, ma se ci sarà una partnership, una relazione o una fusione che rafforzi quel futuro, la valuterò”, ha detto Manley ai giornalisti. Nelle scorse ore era trepalata la possibile allenza con PSA che guarderebbe proprio a FCA per espandersi in Nord America.

Alla domanda se la vendita di Maserati al gruppo cinese Geely Automobile Holdings fosse possibile, come suggerito da recenti notizie, Manley ha detto: “Maserati è una delle nostre marche migliori e ha un incredibile futuro luminoso, quindi dico di no.” Mike Manley ha pure detto che l’investimento da 5 miliardi di euro previsto dal Piano Italia dello scorso 30 novembre è stato confermato. Questo significa che nei prossimi anni in Italia verranno prodotti numerosi nuovi modelli tra cui Fiat 500 elettrica, Alfa Romeo Tonale, Maserati D-Suv e le versioni ibride di Jeep Renegade, Compass, Alfa Romeo Stelvio e Giulia. 

Ti potrebbe interessare: FIAT Centoventi: il concetto elettrico che ci fa sognare una nuova Panda

Notizie Correlate
Fiat

Fiat 500X: addio alla versione plug-in hybrid?

Fiat

Fiat 500 elettrica: prodotto il primo esemplare

Fiat

Fiat Argo Trekking Automatic con motore 1.8 sarà lanciato a novembre

Fiat

Fiat Punto: possibile il ritorno sul mercato?