Fiat

Fiat: addio ai 1.3 multijet in India

Fiat: addio ai 1.3 multijet in India

La produzione del motore Fiat è stata accantonata pochi mesi prima dell’entrata in vigore delle norme sulle emissioni BS VI. La Fiat non aveva in programma di aggiornare il motore alle nuove norme perché non esisteva un caso aziendale che giustificasse il passaggio. I due maggiori clienti per questo motore, Maruti Suzuki e Tata Motors, hanno adattato diverse strategie diesel per le loro formazioni in India. Le vendite trascurabili di Fiat non hanno aiutato neanche il caso. In effetti, l’interruzione del Multijet segna l’inizio della fine della Fiat in India, la cui gamma di invecchiamento comprende la Linea, la Grande Punto e le derivate da essa.

La dipendenza di Maruti Suzuki dal 1.3 Multijet di FCA è diminuita con l’introduzione del motore diesel da 1,5 litri sviluppato internamente. Il motore 1.5 è stato lanciato su Ertiga e Ciaz, ma l’unità sarà presto interrotta. Il motore deve ancora essere aggiornato alle norme BS VI, ma potrebbe essere adattato per rispettare le normative. Swift, Baleno e Dzire, tuttavia, sono destinate a continuare come modelli solo benzina.

Fiat abbandona l’India?

Nel 2016, Tata Motors ha sviluppato una propria gamma di motori diesel, che vanno da 1,05 litri a 1,5 litri, e sono stati utilizzati su Tiago, Tigor e Nexon. La società, tuttavia, ha continuato a utilizzare il motore diesel da 1,3 litri sulla berlina Bolt e la berlina compatta Zest in piccole quantità. FCA ha rilasciato un comunicato sullo sviluppo che ha dichiarato: “Il nostro impianto di produzione JV FIAPL oggi ha prodotto l’ultimo motore Multijet BS4 da 1,3 litri. Questo affidabile e leggendario motore turbo-diesel Fiat ha, nel corso degli anni, alimentato molti veicoli popolari in India. Con le norme di regolazione delle emissioni BS6 sono in fase di attuazione, la produzione è stata ora interrotta poiché ci stiamo muovendo attivamente nella produzione di propulsori BS6. Rimaniamo pienamente impegnati nei confronti dei nostri clienti e disponiamo di un solido piano che garantisce la disponibilità dei pezzi di ricambio per la vita di qualsiasi veicolo Fiat dotato di questo cavallo di lavoro. I pezzi saranno disponibili in tutte le officine autorizzate FCA per i prossimi 10 anni“.

Notizie Correlate
Fiat

Fiat Toro avrà un fratello SUV

Fiat

Fiat Panda: piace la versione ibrida

Fiat

Fiat Strada è la seconda auto più venduta in Brasile ad agosto

Fiat

Il presidente globale di Fiat mostra il test drive della nuova 500 elettrica