Ferrari e Alfa Romeo: in Brasile controllate le power unit?

Alcune fonti riportano il sequestro di alcune componenti legate alla power unit di Ferrari e Alfa Romeo
Ferrari
Ferrari

Che la power unit Ferrari, e dunque anche quella montata sull’Alfa Romeo Racing, fosse al centro dell’attenzione, non era una novità. Tuttavia, dopo il disastro in Ferrari verificato in Brasile, le monoposto sono state controllate dalla FIA, come avvenuto anche per altre scuderie in altre occasioni. I motivi dei sospetti sarebbero legati al sistema di iniezione del carburante e al flussometro per capire se è stata sfruttata qualche area grigia del regolamento per ottenere prestazioni extra dal motore. 

Secondo quanto riportato dal sito tedesco Auto Moto Und Sport, alcuni componenti della power unit italiana sarebbero stati confiscati proprio dopo il GP del Brasile. Essendo, però, che hanno sequestrato anche quelli dell’Alfa Romeo, è probabile che la Federazione abbia voluto semplicemente controllare se effettivamente ci sono differenze di componenti tra la casa madre e i team clienti.

Sequestrati componenti power unit Ferrari?

È molto probabile che in occasione del prossimo Gran Premio venga nuovamente emesse qualche direttiva tecnica, come quella che vieta di immettere liquido di raffreddamento in camera di combustione introdotta in Brasile, che non ha influenzato tuttavia, le prestazioni del motore Ferrari sui rettilinei: tutti hanno visto le difficoltà di Bottas nel tentare il sorpasso in velocità su Leclerc.

Ma non solo: sembrerebbe che anche il motore Honda sia finito sotto la lente di ingrandimento dopo le performance mostrate domenica. Non a caso Hamilton e Vettel hanno spiegato più volte che erano quasi irraggiungibili le vetture del team RedBull. Seguiranno aggiornamenti a riguardo.

Articoli Suggeriti
Total
1
Share