FCA: oggi potrebbe essere ufficializzato il prestito da 6,3 miliardi

Oggi FCA potrebbe ottenere il presto da 6,3 miliardi di Intensa San Paolo. Il prestito della più grande banca italiana aiuterà il produttore italo americano a consolidare la propria posizione
FCA
FCA

Oggi FCA potrebbe ottenere il presto da 6,3 miliardi di Intensa San Paolo. Il prestito della più grande banca italiana aiuterà il produttore italo americano a consolidare la propria posizione finanziaria, dopo il calo delle vendite a causa della crisi causata dalla pandemia di coronavirus (COVID-19). La società italiana di assicurazione del credito Sace SpA offrirebbe una garanzia pubblica per l’80% dell’importo di 6,3 miliardi di euro. Tale garanzia dovrà essere concessa sulla base di un decreto del Ministero delle finanze italiano. Il prestito fa parte della linea di credito bancaria di oltre 400 miliardi di euro che l’Italia ha messo a disposizione delle imprese attraverso il regime di liquidità di emergenza per sostenere l’economia nel contesto dell’epidemia.

Per avere accesso ai fondi, le aziende devono concordare di non pagare dividendi quest’anno. FCA ha annullato i dividendi previsti di 1,1 miliardi di euro per gli utili del 2019. Una linea di credito di 6,3 miliardi di euro per Fiat Chrysler sarebbe il più grande prestito garantito da un governo europeo durante la pandemia, dopo che il mese scorso L’UE ha concordato un prestito francese garantito dallo Stato di 5 miliardi di euro per Renault SA. La Commissione europea deciderà entro il 17 giugno se approvare la fusione da $ 50 miliardi tra PSA e Fiat Chrysler, ha recentemente annunciato il dirigente dell’UE. L’anno scorso, il gruppo francese PSA e la società italo-americana Fiat Chrysler Automobiles (FCA) hanno annunciato il completamento dell’accordo di fusione vincolante, che creerà il quarto costruttore automobilistico globale, dopo Volkswagen, la Renault-Nissan-Mitsubishi e l’alleanza Toyota.

L’entità congiunta, con una capitalizzazione di mercato di circa $ 50 miliardi, avrà un fatturato annuo di quasi nove milioni di veicoli. FCA possiede marchi come Fiat, Jeep, Dodge, Ram, Maserati, mentre PSA ha i marchi Peugeot, Opel e DS. La transazione arriva nel contesto in cui tutti i principali mercati automobilistici in Europa sono stati colpiti dal calo delle vendite, a seguito della chiusura degli showroom dopo l’introduzione di misure di emergenza per limitare la pandemia, ma questi sviluppi sono stati particolarmente evidenti in Italia, uno dei mercati chiave di FCA. Nonostante “un periodo inaspettato e senza precedenti”, FCA rimane impegnata “a completare la transazione con PSA entro la fine del 2020 o all’inizio del 2021”, secondo una recente dichiarazione della società italo americana.

Ti potrebbe interessare: FCA: Mike Manley invita i dipendenti di tutto il mondo a lavorare da casa

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share