FCA estende gli investimenti in America Latina e prevede una crescita più rapida

FCA
FCA

Parlando ai principali fornitori dell’azienda durante la conferenza annuale dei fornitori e i premi di martedì 29, Antonio Filosa ha celebrato la ripresa del mercato brasiliano più veloce del previsto e ancora più accelerata per la FCA, lasciandosi alle spalle le previsioni catastrofiche che ha condiviso anche in aprile, quando lo scenario prevedeva un calo delle vendite tra il 35% e il 40%. Il CEO di FCA in America Latina è stato irremovibile: “Il pessimismo è un sentimento che dovrebbe rimanere nel passato”, ha detto, incoraggiando la filiera ad aumentare la produzione e nazionalizzazione dei componenti per accompagnare la prevista crescita della domanda.

“Siamo ancora nel pieno della crisi, ma ci sono chiari segnali di una flessione del mercato. Vediamo il recupero chiaramente, non con l’intensità di cui abbiamo bisogno, ma meglio di quanto previsto e ci stiamo muovendo velocemente. Dobbiamo essere più ottimisti e guardare al futuro ”, afferma Antonio Filosa.

Per questo futuro ottimistico, Filosa ha invitato i fornitori con il programma di investimenti di FCA da 16 miliardi di R $ in Brasile, che doveva essere esteso di un altro anno, ora fino al 2025, ma i valori e i progetti sono stati tutti mantenuti. Tra questi, l’esecutivo ha evidenziato 12 “lanci importanti”, di cui tre SUV – due Fiat e una Jeep che sarà lanciata nei prossimi 18 mesi -, due pick-up (il nuovo Fiat Strada già varato e il Ram 1500 che dovrebbe arrivare presto importato dal Messico), quattro restyling di veicoli in linea e tre modelli che saranno completamente rinnovati con nuove piattaforme, design e tecnologie.

La strategia di FCA nella regione si concentrerà sui prodotti dei tre principali marchi del gruppo, come spiegato da Filosa, con l’ampliamento del listino modelli Fiat (compreso l’ingresso nel segmento SUV nel 2021), il consolidamento del portafoglio SUV Jeep che nel 2021 guadagnerà un nuovo membro di sette posti che sarà “il SUV più sofisticato prodotto in Brasile”, oltre al rilancio di Ram con pick-up lussuosi e robusti – per questi modelli la produzione locale non è ancora stata pianificata.

Anche nuovi propulsori rientrano nella lista degli investimenti, con due nuovi motori turbocompressi con tecnologia Multiair che inizieranno ad essere prodotti a Betim (MG) all’inizio del 2021: 1 litro da 125 cavalli e coppia massima di 200 Nm e 1.3 da 185 CV e 270 Nm. Oltre al cambio automatico a sei marce di Aisin già incorporato nei modelli Fiat e Jeep nel Paese, verrà introdotto anche un nuovo cambio CVT, ennesima occasione per nazionalizzare il fornitore.

L’idea, ha affermato l’esecutivo, è quella di offrire molteplici opzioni di propulsione in Brasile, che oltre ad offrire i nuovi motori flex-fuel etanolo-benzina, includono anche quella che ha definito la “Ethanol Route” per privilegiare l’uso di carburante neutro nelle emissioni La CO2 come buona soluzione per aumentare l’efficienza ambientale delle auto ibride, ad esempio. È previsto anche il lancio di veicoli elettrificati: i primi due saranno la Fiat 500e elettrica e la Jeep Renegade 4xe ibrida plug-in.

Filosa ha anche evidenziato l’adozione nei prossimi anni di nuove tecnologie avanzate di assistenza alla guida (ADAS), come l’assistente elettronico per le curve e la permanenza in corsia, e l’introduzione di nuovi sistemi di connettività e infotainment, con schermi più grandi e servizi connessi nelle auto. , come i pagamenti elettronici.

Citando un sondaggio di Google, il CEO di FCA Latam ha sottolineato che il 48% dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di voler acquistare un’auto e aveva già pianificato di farlo prima della pandemia, ma il 52% di loro ora ha nuove ragioni per farlo – e Fiat, Jeep e Ram lo hanno fatto. “Prodotti che servono tutti questi clienti della nuova normalità”, ha ricordato.

Secondo il sondaggio, il 17% acquisterà “l’auto dei sogni che ha sempre desiderato”, in quello che Filosa chiama “consumo di festa”, di persone con alto potere d’acquisto che hanno visto la loro libertà limitata durante la quarantena imposta dalla pandemia e ora vogliono tornare a consumare tutto ciò che desiderano.

Un altro 15% ha subito cambiamenti nella propria vita personale, non ha più bisogno di vivere vicino al lavoro, può persino trasferirsi in città, perché si trova in regime di home office remoto, e quindi ha bisogno di un veicolo diverso per altri scopi, come andare a fare la spesa o portare i bambini a scuola. Il restante 20% include la “logica della paura” nell’intenzione di acquisto, desidera che un’auto viaggi o scappare dai mezzi pubblici per evitare il contagio con Covid-19.

“Abbiamo una serie di prodotti e tecnologie che servono tutti questi consumatori, dai veicoli Jeep e Ram più sofisticati alla Fiat più economica”, ha detto. “Siamo tra i produttori che lanceranno di più nei prossimi anni e la base di tutto ciò che stiamo progettando sono i fornitori”, ha sintetizzato Filosa.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: ecco come sono andate le vendite ad agosto in Messico

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share