Mercato

FCA: contratto di 4 anni con Auto Union

FCA: contratto di 4 anni con Auto Union

United Auto Workers e FCA hanno raggiunto un accordo provvisorio sabato su un nuovo contratto di quattro anni, che include un totale di 9 miliardi di dollari di investimenti ma necessita ancora dell’approvazione finale dei lavoratori. Entrambe le parti hanno rifiutato di offrire dettagli sull’accordo, ma include un bonus di 9.000 dollari per i lavoratori quando l’accordo sarà ratificato, una promessa di non chiudere le fabbriche in cui i veicoli saranno assemblati per i prossimi quattro anni e un impegno a continuare a produrre veicoli in un impianto a Belvidere, Illinois, secondo alcune fonti vicine. Queste ultime parlano in anonimato perché i colloqui sono riservati.

Il consiglio nazionale UAW-FCA si è incontrato il 4 dicembre per esaminare i dettagli dell’accordo provvisorio. Se adottato, andrebbe ai 47.000 lavoratori sindacali di Fiat Chrysler Automobiles.

Il nuovo contratto di FCA

FCA è l’ultima compagnia a stipulare un nuovo contratto con il sindacato. GM si stabilì il 31 ottobre dopo un aspro sciopero di 40 giorni che paralizzò le fabbriche statunitensi della società, ma Ford raggiunse rapidamente un accordo e si stabilì a metà novembre. I colloqui si sono concentrati su Fiat Chrysler per quasi due settimane, ed entrambe le parti hanno negoziato nelle prime ore del mattino all’inizio di questa settimana prima di fare una pausa per le vacanze del giorno del Ringraziamento.

La fabbrica dell’Illinois a ovest di Chicago ora produce il piccolo SUV Jeep Cherokee e impiega circa 3.700 lavoratori sindacali su due turni. Dei 9 miliardi di dollari di investimenti totali inclusi nell’accordo, la metà è stata recentemente annunciata sabato e gli altri 4,5 miliardi di dollari sono investimenti annunciati all’inizio di quest’anno.

Il bonus di ratifica di 9.000 dollari non è tanto quanto gli 11.000 ottenuti dai lavoratori GM, ma è uguale ai soldi pagati ai lavoratori Ford. Entrambe le società hanno offerto ai lavoratori un mix di aumenti salariali e pagamenti forfettari, premi di ratifica, e un percorso chiaro per i lavoratori temporanei che avranno contratti a tempo pieno. Il sindacato ha anche assunto l’impegno di costruire nuovi veicoli in diverse fabbriche GM e Ford. Anche se i leader sindacali approvano l’accordo, la ratifica non è garantita. Nel 2015, i lavoratori hanno votato negativamente il primo accordo raggiunto con Fiat Chrysler ma ne hanno approvato un secondo.

Apparentemente Fiat Chrysler sta accettando l’accordo “modello” raggiunto con GM e Ford, anche se l’amministratore delegato della società ha dichiarato all’inizio di questo mese che tutte le società si trovano in circostanze di lavoro diverse. Seguire lo stesso accordo costerebbe di più a Fiat Chrysler perché la composizione della sua forza lavoro è diversa. FCA ha più lavoratori temporanei rispetto a GM o Ford. L’accordo con queste ultime prevede aumenti salariali per i lavoratori assunti dopo il 2007, in modo da raggiungere i salari di produzione UAW più alti di oltre 32 dollari all’ora entro quattro anni. Offre inoltre ai lavoratori temporanei un percorso di lavoro a tempo pieno entro tre anni. Ford ha assunto circa 18.500 lavoratori dopo il 2007 che otterranno grandi aumenti salariali con il nuovo contratto, rispetto ai 17.000 di GM. Fiat Chrysler ha assunto oltre 20.000 impiegati sindacali dopo lo stesso anno.

Notizie Correlate
Mercato

FCA sigla accordo con l'Università di Pernambuco

Mercato

MARELLI e Highly creano una nuova joint venture

Mercato

Leasys, Metropark e Ferrovie dello Stato insieme per una mobilità sostenibile

Mercato

FCA richiama RAM 2500 per sostituire una parte