Costruire un’Alfa Romeo 158 da una Mazda MX-5? Non è così costoso

Alfa Romeo 158
Alfa Romeo 158

Ant Anstead, un famoso “meccanico della Tv” è riuscito a trovare la formula perfetta per un “innesto” che diventa un’opera d’arte. Poter possedere un’Alfa Romeo 158 è praticamente impossibile. Quello considerato il primo vincitore di un Gran Premio della storia è un gioiello praticamente unico e le poche unità che possono aver resistito alla prova del tempo fanno parte di prestigiose collezioni, sapendo che chiunque voglia acquistarle dovrebbe praticamente pagare cifre da capogiro per indurre il suo proprietario a separarsene.

Proprio nell’anno che segna il 70 ° anniversario di quel primo Gran Premio sul circuito di Silverstone, Anstead ha avuto la brillante idea di iniziare il proprio progetto: creare una Kit Car (così popolare nelle isole britanniche) in modo che tutti possano accedere alla propria replica dell’Alfa Romeo 158 a un prezzo che sicuramente vi sorprenderà per quanto sia conveniente. Dopo averlo offerto a Natale per 8.260 euro, ora l’importo totale è salito a 9.360 euro, importo prima delle tasse.

Potresti pensare che ci sia un problema, ma la verità è che il kit è progettato per essere in grado di trasformare una Mazda MX-5 di seconda generazione del donatore in una Alfa Romeo 158 attraverso l’uso di gran parte del motore, delle sospensioni, dei freni (l’Alfa La Romeo originale aveva un tamburo, poiché solo nel 1951 la BRM Type15 (British Racing Motors) divenne la prima vettura di Formula 1 con freni a disco) e assali del modello giapponese con le forme uniche della monoposto di Formula 1 negli anni ’50.

Può essere acquistato come kit completo o realizzato in parti, con l’obiettivo di renderlo il più accessibile possibile per chi fosse interessato, anche se per il momento resta un prezzo da assegnare ai kit parziali che andranno in vendita nel 2021. Inoltre su YouTube avrete tutti i capitoli da seguire passo passo in modo facile ed intuitivo attraverso la voce dello stesso Anstead, com’è la creazione di quella che il meccanico ha battezzato Tipo 184 per evitare problemi con l’azienda italiana.

Inoltre ci sarà la possibilità di acquistarlo già assemblato, anche se ovviamente questo comporterà un costo aggiuntivo per manodopera e altri emolumenti che non vengono presi in considerazione nel prezzo di vendita del kit … oltre a perdere quell’indescrivibile sensazione di soddisfazione quando guidi qualcosa che che hai fatto con le tue mani. Sul web hai tutti i dettagli del prodotto “Tipo 184”, potendo così passare dall’avere una Mazda MX-5 demolita a un’intera Alfa 158 che assomiglierà molto all’auto da Gran Premio che gareggiò negli anni Cinquanta.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Montreal di Alfaholics in vendita

Articoli Suggeriti
Total
0
Share