Alfa Romeo Racing

Mattia Binotto: “Spero che Alfa Romeo Racing passi alla nuova elettronica di controllo”

Mattia Binotto: "Spero che Alfa Romeo Racing passi alla nuova elettronica di controllo"

La Ferrari, e più nello specifico, Mattia Binotto sperano che, per i prossimi Gran Premi di Formula 1, Alfa Romeo possa passare alla nuova elettronica di controllo il prima possibile dopo i fallimenti che hanno colpito Charles Leclerc e Antonio Giovinazzi.

Leclerc ha perso una vittoria certa nel Gran Premio del Bahrain al suo secondo GP come pilota ufficiale per la Ferrari, quando un cortocircuito nell’unità di controllo del sistema di iniezione ha causato un malfunzionamento del suo cilindro.

Come già confermato da numerose testate giornalistiche, in risposta a questi inconvenienti, la Ferrari ha portato una diversa elettronica di controllo per il Gran Premio della Cina la scorsa settimana, che il team “madre” e il team satellite Haas, hanno deciso di utilizzare. Ma l’altro team satellite, l’ Alfa Romeo Racing non si adattava alla nuova elettronica di controllo, e Giovinazzi ha dovuto saltare le qualifiche dopo aver riscontrato lo stesso problema di Leclerc all’inizio del Q1.

Le parole di Mattia Binotto

Il responsabile del team Ferrari, Mattia Binotto, ha confermato: “L’abbiamo cambiata perché sull’auto di Charles ha comportato problemi in Barhain. Sappiamo che con le specifiche iniziali delle unità di controllo abbiamo avuto alcuni problemi di affidabilità, quindi l’abbiamo sostituita con un’unità migliore. Così, l’abbiamo cambiata anche su Seb, per precauzione, e abbiamo dovuto cambiarla a Charles, e abbiamo chiesto anche ai nostri team clienti di cambiarle. Haas l’ha fatto, Alfa non l’ha fatto per problemi di installazione, in quanto troppo complicata, e troppo rischioso effettuare quei cambiamenti necessari per l’installazione. Come risultato, Antonio Giovinazzi ha avuto di nuovo un problema durante le qualifiche. Quindi, si spera che sarà cambiato il prima possibile anche lì“.

Il responsabile del team Alfa Frederic Vasseur si è assunto la responsabilità della decisione di non cambiare l’elettronica di controllo durante la tappa cinese. Ha ammesso di aver avuto le dita incrociate durante la gara affinché lo stesso problema non colpisse Kimi Raikkonen proprio, mentre era in lotta per i punti: per fortuna, ha concluso in nona posizione.

 

Notizie Correlate
Alfa Romeo Racing

GP degli Stati Uniti, qualifiche: interviste Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo Racing

GP Stati Uniti: le interviste del venerdì ad Alfa Romeo

Alfa Romeo Racing

Hulkenberg: l'unica possibilità di restare in F1 è l'Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo Racing: nuovo sponsor con Quintus Technologies