Alfa Romeo Racing, analisi tecnica: dov’è migliorata la C41 2021?

Le novità tecniche dell’Alfa Romeo Racing C41
Alfa Romeo Racing
Alfa Romeo Racing,

L’Alfa Romeo Racing ha iniziato la sua stagione in modo promettente al Gran Premio del Bahrain e possiamo esaminare le modifiche uniche apportate alla loro vettura durante l’inverno. Sebbene siano usciti a mani vuote in termini di punti in campionato, la C41 si è mostrata una solida contendente nel Q2 con serie possibilità di approdare anche nel Q3. L’anno scorso, ad esempio, a malapena si riusciva a piazzare avanti a Williams e Haas.

Rispetto al fronte, hanno realizzato il più grande guadagno di qualsiasi squadra dall’anno scorso fino a questo, come si può vedere dalla tabella qui sotto.

Team2020 average % to poleBahrain GP 2021 % to poleGain/loss (%)
Alfa Romeo102.875101.9230.952
Red Bull100.7291000.729
AlphaTauri101.631100.9120.718
Ferrari101.429100.8650.664
McLaren101.352101.0450.307
Williams102.728102.6060.122
Alpine101.446101.4070.039
Mercedes100.002100.436-0.434
Aston Martin101.247101.802-0.555
Haas102.847103.878-1.032

In parte, questo sarà un riflesso dei miglioramenti nella competitività del propulsore Ferrari, ma anche rispetto alla stessa Ferrari, l’Alfa Romeo Racing ha ottenuto maggiori guadagni durante l’inverno. Sono chiaramente su un percorso produttivo con la loro aerodinamica e il modo in cui l‘auto è stata adattata alle nuove normative.

Le novità dell’Alfa Romeo Racing C41

Ci sono diverse caratteristiche aerodinamiche distintive sull’auto, non ultima delle quali è l’ala anteriore. Come in precedenza, l’Alfa continua a privilegiare l’ala anteriore caricata verso l’interno, con una forte rastremazione verso il basso dei lembi outwash. L’area più piccola del lembo all’estremità dell’outwash ridurrà il carico aerodinamico diretto da quella parte dell’ala a favore di un aumento della pulizia dei flussi intorno allo pneumatico anteriore, portando benefici aerodinamici sulla parte bassa dell’auto.

Tuttavia, Alfa ha cercato di compensare l’area più piccola del lembo contornando il piano principale nella parte inferiore dell’ala molto piatta e vicina al suolo. Modellarlo in questo modo migliorerà l’effetto suolo dell’ala, per cui il carico aerodinamico generato aumenta in modo significativo quando si corre vicino al suolo. Lo svantaggio di una tale geometria è che il carico aerodinamico generato tenderà a diventare più simile a un interruttore man mano che l’auto cambia in beccheggio e imbardata. Può anche darsi che l’effetto possa bloccarsi se lo spazio si riduce notevolmente.

Per aiutare a compensare questo, Alfa ha introdotto una fessura nella zona del fondo della piastra terminale progettata per continuare a lavorare la parte inferiore di quella parte dell’ala anche quando si avvicina al suolo. In questo modo ritarda lo stallo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share