Modifica sensori di parcheggio Alfa GT

Dove parlare di illuminazione, carrozzeria, interni ecc

Moderatore: Moderatori

Modifica sensori di parcheggio Alfa GT

Messaggioda MJman » 09/05/2015, 21:43

Buona sera. U

Una cosa che proprio non mi piace della GT sono i sensori di parcheggio. In realtà già sono brutti di loro su qualsiasi auto, ma quelli della GT con le montature sporgenti...mi sanno di collare del bull dog...


Immagine


Ora, dovendo far fare un lavoro di carrozzeria (a causa di un albanese troppo inzuppato di alcool) mi chiedevo se fosse possibile montare i sensori di parcheggio a raso come sta fatto sulla 159, Giulietta ecc...
Sono utili per carità, ma dovendo fare una cosa magari è meglio optare per una cosa esteticamente meno invasiva. Una linea più pulita diciamo così.

Si può fare???
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda Morig94 » 10/05/2015, 18:47

Non so se puoi montare quelli di Alfa più recenti, però esistono i Metasystem a filo paraurti, anche se secondo me il foro fatto per i sensori originali potrebbe essere già troppo largo...
Alfa Romeo GT Q2 2007 Rosso Alfa sopravvissuta alla rottura di non una, non due, ma ben tre valvole swirl che si sono poi incastrate vicino ai gambi delle valvole di aspirazione senza arrecare danni. http://www.alfavirtualclub.it/forum/vie ... 1#p7913951
Avatar utente
Morig94
Alfista Veteran
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 04/04/2014, 19:25
Località: Sovere (BG)
Socio N.: 0

Messaggioda MJman » 13/05/2015, 7:31

Mi diceva il carrozziere la stessa cosa tua ovvero che il foro nel paraurti è più largo e sensori diversi ci ballano dentro.
Nulla di impossibile volendo si fa, ma essendo comunque soggetto a colpi non conviene incollare, stuccare ecc. si potrebbe crepare tutto facilmente.
Fa niente, non sono affatto belli, ma lascio stare come stanno.
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Re: Modifica sensori di parcheggio Alfa GT

Messaggioda am78_ud » 13/05/2015, 8:28

Ci sono anche quelli elettromagnetici che si monta una striscia dietro il paraurti.. I nostri invece sono ad ultrasuoni. Non ho dati sull'affidabilità di quegli altri però
147 Serie 0 1.9JTD distinctive 115cv, nero metallizzato, interni in pelle nera, Cerchi elegance, Antenna Corta, Pedaliera alluminio, sensori di parcheggio, spoiler, terminale di scarico cromato, scudo alfa stile restyling, plafoniera con led stile bravo.
Ex 146 1.6 boxer, ex 33 1.3S
am78_ud
Cuore Sportivo
 
Messaggi: 13109
Iscritto il: 23/02/2009, 10:56
Località: Udine
Socio N.: 1116
Status: mappatevi la testa..

Messaggioda MJman » 13/05/2015, 8:34

Si quello con l'antenna tipo nastro. Non è una gran cosa. Molti anni fa ne montai uno sulla 33.
Sono migliori questi a ultrasuoni.

Sono brutterelle le borchie sporgenti, per questo volevo farli a raso.
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda Morig94 » 13/05/2015, 8:34

Gli elettromagnetici sono una ciofeca, comprati provati e rispediti indietro :lol:
Alfa Romeo GT Q2 2007 Rosso Alfa sopravvissuta alla rottura di non una, non due, ma ben tre valvole swirl che si sono poi incastrate vicino ai gambi delle valvole di aspirazione senza arrecare danni. http://www.alfavirtualclub.it/forum/vie ... 1#p7913951
Avatar utente
Morig94
Alfista Veteran
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 04/04/2014, 19:25
Località: Sovere (BG)
Socio N.: 0

Messaggioda MJman » 13/05/2015, 8:38

Non volevo esprimermi, ma...visto che lo hai fatto tu, confermo.

A restringere il buco si può fare. Tutto si può fare. Il problema è che è un pezzo molto esposto. Stuccare ecc, prendendo qualche colpo anche leggero facile che si crepi. Non tanto quelli vicino alla targa, dato che stanno incassati e in posizione riparata, ma quelli laterali sono molto esposti.


Immagine


Guardando l'auto dalle terga, sembrerebbe quasi, ma potrei sbagliarmi, che le montature sui sensori laterali siano servite per dare l'orientazione giusta al sensore che se a raso di paraurti magari avrebbe coperto un'area diversa.
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda am78_ud » 13/05/2015, 9:22

MJman ha scritto:Non volevo esprimermi, ma...visto che lo hai fatto tu, confermo.

sinceramente lo immaginavo... il tipo di misura in sé non è il massimo, molto meglio l'ultrasuono.
MJman ha scritto:Guardando l'auto dalle terga, sembrerebbe quasi, ma potrei sbagliarmi, che le montature sui sensori laterali siano servite per dare l'orientazione giusta al sensore che se a raso di paraurti magari avrebbe coperto un'area diversa.

togli il "sembrerebbe quasi", direi proprio che è così
147 Serie 0 1.9JTD distinctive 115cv, nero metallizzato, interni in pelle nera, Cerchi elegance, Antenna Corta, Pedaliera alluminio, sensori di parcheggio, spoiler, terminale di scarico cromato, scudo alfa stile restyling, plafoniera con led stile bravo.
Ex 146 1.6 boxer, ex 33 1.3S
am78_ud
Cuore Sportivo
 
Messaggi: 13109
Iscritto il: 23/02/2009, 10:56
Località: Udine
Socio N.: 1116
Status: mappatevi la testa..

Messaggioda MJman » 13/05/2015, 9:35

Mi sa pure a me
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda MJman » 01/06/2015, 11:08

Buon giorno a tutti.

Approfittando del lungo ponte, riprendo in mano l'idea dei sensori parcheggio.
Devo riverniciare il paraurti posteriore e quindi l'idea ha senso. Inoltre sto pensando anche di montare la telecamera per vedere il didietro in retromarcia.
Mi trovo a fare...

Ho ordinato il pezzo nuovo


Immagine


Il tutto è costituito dalla montatura e da una molla al posteriore.


Il buco nel paraurti non è certo piccolo...anzi...


Immagine


Il diametro interno che è poi quello del sensore vero è proprio nemmeno è tanto piccolo


Immagine


La montatura che copre tutto ha dimensioni ragguardevoli ed è proprio per questo che è impossibile non vederla...


Immagine


I sensori più recenti sono quasi invisibili; ho notato sulle nuove 500 e simili che si e no saranno 10mm di diametro. Molto discreti e assolvono alla loro funzione urtando meno l'estetica e la linea globale.
Non è possibile a sto punto ridurre un buco da 27 e passa mm a 10mm per alloggiare un sensorino così piccolo.

L'unica cosa fattibile è realizzare una boccola che si possa poi "rasare" insieme al paraurti, facendo uno scasso (una tazza) nella plastica dello stesso. In questo modo una volta stuccato per bene e riverniciato non si vede niente e viene un lavoro fatto bene.


Immagine


Stando alle dimensioni ricavate, la boccola dovrebbe avere queste dimensioni. L'unica difficoltà consiste nel riuscire a "scavare" 1,5mm nelle 4 sedi del paraurti in modo da far andare in battuta a raso la boccola stessa. Montare poi il sensore e stuccare tutto è l'ultimo dei problemi. Una volta riverniciato si vedrebbe solo il diametro del sensore e non tutto l'ambaradan di come è messo adesso.
Questo ovvio mantenendo i sensori originali che hanno il diametro indicato. Prendendone 4 più piccoli le dimensioni della boccola cevono per forza variare.
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda falconero79 » 01/06/2015, 13:38

e montare quelli della 147 restyling?
Alfa GT - 3.2 V6 24v 2007 - Nero Kyalami...Sconsigliata ai deboli di cuore... Omologata R.I.A.R.
Alfa 75 - 1.6 carburatori 1986 - Bianco Argento ASI, Omologata R.I.A.R.
Alfa Giulietta 940 - 1.6 jtdm 2010 - Rosso Alfa ...il muletto di casa...
Piaggio Vespa - LX150 touring 2010 - Terra di Toscana
Alfa Romeo 2.0 V6 TB - arrivato
Avatar utente
falconero79
Direttivo
 
Messaggi: 16930
Iscritto il: 06/10/2004, 18:49
Località: ITALIA
Socio N.: 14
Status: Vice

Messaggioda MJman » 01/06/2015, 13:53

Non ce li ho presenti a dire il vero
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda carpirob » 09/06/2015, 19:15

Io invece ho una Collezione 2007 senza sensori. Poichè devo fare i fori da zero che sensori mi consigliate ?
carpirob
Alfista Junior
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 12/06/2014, 14:52
Socio N.: 0

Messaggioda Morig94 » 11/06/2015, 22:10

Metasystem a filo paraurti!
Alfa Romeo GT Q2 2007 Rosso Alfa sopravvissuta alla rottura di non una, non due, ma ben tre valvole swirl che si sono poi incastrate vicino ai gambi delle valvole di aspirazione senza arrecare danni. http://www.alfavirtualclub.it/forum/vie ... 1#p7913951
Avatar utente
Morig94
Alfista Veteran
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 04/04/2014, 19:25
Località: Sovere (BG)
Socio N.: 0

Messaggioda falconero79 » 12/06/2015, 9:02

MJman ha scritto:Non ce li ho presenti a dire il vero

viewtopic.php?f=101&t=134402

eccoli qui, li puoi vedere dalle foto della macchina di eddy/shivian
Alfa GT - 3.2 V6 24v 2007 - Nero Kyalami...Sconsigliata ai deboli di cuore... Omologata R.I.A.R.
Alfa 75 - 1.6 carburatori 1986 - Bianco Argento ASI, Omologata R.I.A.R.
Alfa Giulietta 940 - 1.6 jtdm 2010 - Rosso Alfa ...il muletto di casa...
Piaggio Vespa - LX150 touring 2010 - Terra di Toscana
Alfa Romeo 2.0 V6 TB - arrivato
Avatar utente
falconero79
Direttivo
 
Messaggi: 16930
Iscritto il: 06/10/2004, 18:49
Località: ITALIA
Socio N.: 14
Status: Vice

Messaggioda MJman » 12/06/2015, 11:20

Decisamente migliori e meno invasivi dal punto di vista estetico
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda MJman » 16/06/2015, 13:40

La scuola è finita. Ho da fare "solo" gli esami...

Avendo qualche minuto libero in più mi sto interessando sul come realizzare le boccole da inserire nel paraurti.
Utilizzerò un sistema per certi versi complicato, ricavandole in parte per colata e poi per lavorazione del grezzo ottenuto.
Che significa sta roba? Semplice.

Siccome voglio realizzare una cosa da poter rasare insieme al paraurti e rendere quindi il montante invisibile, occorre un materiale che sia lavorabile e duraturo nel tempo.
Ho già sperimentato con successo la resina della Prochima che ha nome commerciale "Sintofoam". Questo prodotto è costituito da due componenti "A" e "B" da miscelare in parti uguali (sennò non polimerizza).
Si possono ottenere tutti i pezzi che si vuole a patto di realizzare uno stampo adeguato. Anni addietro ci ho realizzato delle coppe ruota per la Maserati.
Il materiale una volta indurito è una pietra. Di colore giallo paglierino si presta ad essere lavorato con tutti i mezzi meccanici possibili, dal taglio, alla fresa.

Sto preparando il tutto. Come sempre nel mentre che faccio , eseguo delle foto illustrative a beneficio di chi magari avendone voglia e necessità si metta a replicare l'opera.


Sarebbe certamente più facile comprare un set nuovo di sensori di parcheggio. Ma si sa...sono il "re" delle cose complicate e ardite...e poi i sensori originali svolgono bene il loro compito, perchè sostituirli con qualcosa di incognito che magari funziona pure male?
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda C.Burton » 16/06/2015, 14:16

Topic da Modifiche Estetiche.

Sposto.
Associazione è associazione, forum è forum (cit.)
Avatar utente
C.Burton
Moderatore
 
Messaggi: 6334
Iscritto il: 13/05/2008, 0:32
Località: Wacken
Socio N.: 1107
Status: Stay Negative

Messaggioda am78_ud » 17/06/2015, 9:23

MJman ha scritto:Ho già sperimentato con successo la resina della Prochima che ha nome commerciale "Sintofoam". Questo prodotto è costituito da due componenti "A" e "B" da miscelare in parti uguali (sennò non polimerizza).
Si possono ottenere tutti i pezzi che si vuole a patto di realizzare uno stampo adeguato. Anni addietro ci ho realizzato delle coppe ruota per la Maserati.
Il materiale una volta indurito è una pietra. Di colore giallo paglierino si presta ad essere lavorato con tutti i mezzi meccanici possibili, dal taglio, alla fresa.

vai direttamente di stampa 3D... ormai è il futuro :asd)
147 Serie 0 1.9JTD distinctive 115cv, nero metallizzato, interni in pelle nera, Cerchi elegance, Antenna Corta, Pedaliera alluminio, sensori di parcheggio, spoiler, terminale di scarico cromato, scudo alfa stile restyling, plafoniera con led stile bravo.
Ex 146 1.6 boxer, ex 33 1.3S
am78_ud
Cuore Sportivo
 
Messaggi: 13109
Iscritto il: 23/02/2009, 10:56
Località: Udine
Socio N.: 1116
Status: mappatevi la testa..

Messaggioda MJman » 17/06/2015, 9:46

Mai. Io sono un dinosauro. Ste cose non le concepisco. Certi lavori si fanno a mano, è una porcheria pensare di tirare fuori pezzi da una stampante.
Sono dinosauro. Si. Ste cose "moderne" non sono per me.

Sono in cerca dell'occorrente.
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda am78_ud » 17/06/2015, 10:19

era una battuta... fondamentalmente sono d'accordo con te, ma oggi le voci che girano fanno pensare addirittura che ci si possa stampare da sé i pezzi di ricambio di qualunque cosa... sinceramente sono molto scettico, stampi sempre di plastica e del tipo di plastica di cui è fatto il filo che alimenta la stampante, quindi... :ka)
147 Serie 0 1.9JTD distinctive 115cv, nero metallizzato, interni in pelle nera, Cerchi elegance, Antenna Corta, Pedaliera alluminio, sensori di parcheggio, spoiler, terminale di scarico cromato, scudo alfa stile restyling, plafoniera con led stile bravo.
Ex 146 1.6 boxer, ex 33 1.3S
am78_ud
Cuore Sportivo
 
Messaggi: 13109
Iscritto il: 23/02/2009, 10:56
Località: Udine
Socio N.: 1116
Status: mappatevi la testa..

Messaggioda Carlet85 » 19/06/2015, 17:12

Morig94 ha scritto:Gli elettromagnetici sono una ciofeca, comprati provati e rispediti indietro :lol:


Io li monto da 3 anni e li reputo perfetti, mi suonano a 3cm dall'ostacolo!

Nella mia firma c'è anche il link alla faq light! ;)

Come mai te li hai rispediti subito?

Complimenti MJman per i lavori che fai!! Ho visto il coprimotore e il tappo olio..spettacolari!! :OK)
Now: Alfa 147 Progression 1.6 TS 105cv 5pt Nero Carbonio - 2008 - CLICCA QUI PER VEDERLA
Impianto Gpl Emer! (39880 km) + Sensori Proxel Montati --> TOPIC o FAQ LIGHT
+ Bracciolo Serie 0 + Luci targa a led + Pomello satinato Peugeot 206 + Copri terminale ovale 77x72 Simoni adattato artigianalmente + Cerchi Exclusive 16" replica


Se vuoi aiutarmi nella costruzione della pedaliera GTA...
Ex: Peugeot 206 XS 1.4 75cv 3pt Blu di Cina - 1999
Avatar utente
Carlet85
Alfista Senior
 
Messaggi: 327
Iscritto il: 04/11/2010, 0:47
Località: Montirone (BS)
Socio N.: 1185
Status: Impegnato

Messaggioda MJman » 19/06/2015, 17:47

Grazie
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda MJman » 20/06/2015, 23:38

Buona sera.

Finita la fase ricognitiva si passa alla realizzazione vera e propria. Quanto mostrerò di seguito ha lo scopo di voler solamente mostrare una via di come sia possibile realizzare quanto ho esposto all'inizio proprio della discussione, ovvero portare a raso i sensori parcheggio similmente alla maggioranza delle vetture oggi in circolazione.
Lo scopo è quello di realizzare l'impresa, utilizzando materiali di semplice reperimento, con minima spesa, massima resa e soprattutto impiego dove possibile di struttura casalinga.

Una precisazione è d'obbligo come sempre; non sono responsabile di danni a cose e/o persone laddove qualcuno imiti quanto di seguito vado a mostrare.
Se non si è capaci, o non ci si sente all'altezza di fare determinate cose non provateci, sebbene nulla vi sia di pericoloso in quello che andrò a descrivere.


Osservare il mondo che ci circonda è una cosa importante; osservare per cogliere la possibilità di trasformare le cose e assoggettarle al proprio volere.
Io sono un chimico e come tale trasformo la materia; per noi che di questa scienza abbiamo fatto il nostro "pane quotidiano" vale la legge secondo cui "nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma".
Trasformare le cose in altre. Questo è ciò che verrà proposto.

Partiamo dall'inizio.

L'idea è quella di realizzare una boccola montante in grado di sostituire quella originale che sporge dal paraurti imbruttendo il tutto. Ho ammesso uno spessore della plastica del paraurti pari a 4 mm. La sede del paraurti, va scavata ottenendo una "tazza" nella quale far alloggiare il risalto della boccola che si deve costruire.


Immagine


Il disegno mostra la boccola sporgente di 1 mm. La cosa è voluta dato che la stessa va rasata insieme al paraurti fino a pareggiarne la superficie. In questo modo resta solo il foro di alloggiamento del sensore. Ovvio che va tutto stuccato e poi verniciato.
Per il trattenimento ho pensato a un controtappo da porre al lato opposto da fissare con collante e grani ad incasso. Lo stesso sensore va fissato all'insieme mediante un grano M5. Il tutto diviene monolitico e allo stesso tempo è facile sostituire un sensore laddove si rompa. Basta svitare un grano e viene via, cosa invece piuttosto complicata con il montaggio di serie, che prevede una molla di contrasto e un innesto a baionetta.
Il disegno rende meglio l'idea.


Immagine


Andando nel dettaglio, il sensore è questo qua.


Immagine


Immagine


Il diametro del sensore è di 23 mm


Immagine


Lungo il corpo cilindrico, è presente un risalto che fa da innesto per lo scasso a baionetta sul montante.


Immagine


Immagine


Fin qui tutto normale. Ora però occorre costruire la boccola e il controtappo. Lasciamo perdere le cose esotiche tipo stampanti 3D. Queste sono cose che non mi riguardano.
Io ho utilizzato una soluzione diversa.
L'idea è quella di realizzare dei semi-lavorati in resina facilmente lavorabile da cui poi ottenere per lavorazione meccanica i pezzi veri e propri.
La resina da utilizzare è prodotta dalla Prochima ed ha nome commerciale Sintofoam.
E' una resina bicomponente i cui ingredienti vanno miscelati al 50%; sbagliare le proporzioni equivale a non avere polimerizzazione (indurimento). La resina non ritira durante l'indurimento ed ha la caratteristica di copiare fedelmente lo stampo. Si usa per colata infatti.

Questo impone di doverlo realizzare lo stampo. Come?
Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione...
Il mondo che ci circonda è ricco di oggetti che si possono reimpiegare ai diversi scopi. Non ci credete?
Guardare la foto seguente e vi ricrederete.


Immagine


Immagine


Cos'è quell'affare metallico? Non si riconosce? Eppure tutti ce l'abbiamo, anzi ne abbiamo 4 per ogni macchina e molti ne hanno buttate via a cataste. Si tratta della boccola dei bracci superiori!!!
Le dimensioni sono vicine a quelle del sensore. Circa 1 mm in meno e la cosa va a vantaggio del tutto.


Immagine


Per fare lo stampo serve un contenitore, un tubo...dove trovarlo? Qualsiasi tubo di adeguato diametro interno può adattarsi. Per semplicità e reperibilità al momento, ho utilizzato una vecchia bomboletta di olio per armi...tagliandola a misura si ottiene un cilindro di contenimento.


Immagine


Immagine


Occorre tagliare spezzoni di circa 32 mm di lunghezza. Per farlo conviene nastrare il tubo e poi tagliarlo.


Immagine


Immagine


Dopo il taglio, si hanno tutti i pezzi predisposti. Lo stampo va adesso assemblato.


Immagine


Per assemblare lo stampo nulla di complicato, basta incollare tra loro, la boccola e lo spezzone di tubo. Il fondo va nastrato per evitare perdite di resina.
Attenzione alle mani con il cianoacrilato...si incollano facilmente. Non fare come Cicchilotto (un mio studente) che per giocare con la colla si è azzeccato le dita e il muso... :wall) :wall) :wall) :wall) :wall)


Immagine


Immagine


Immagine


Gli stampi sono pronti. Ora bisogna preparare la resina.


Immagine


La resina viene venduta in due barattoli metallici d cui uno è il componente "A" e l'altro il "B". MAi fare confusione tra le due confezioni, pena catastrofici avvenimenti...


Immagine


Occorre dotarsi di contenitori dove versare la resina e miscelare il tutto. Comuni bicchieri monouso vanno più che bene. Alla fine si butta tutto. Occorrono anche delle siringhe per prelevare/dosare il quantitativo oltre che iniettare nello stampo. Ho usato quelle da 5 cc prese al supermercato. Anche se non sono sterili non fa nulla. Non ci dobbiamo pungere il mazzo...


Immagine


Immagine


I due bicchieri mostrano i contenuti. I due componenti non hanno lo stesso colore e quindi a vista si riconoscono.


Immagine


Immagine


Dai bicchieri e non ripeto NON dalle confezioni si prelevano i quantitativi. Come in un laboratorio chimico, mai introdurre nulla nelle confezioni di origine onde evitare di poter inquinare tutto il reagente (prodotto).


Immagine


Prelevati uguali quantitativi, si procede a miscelarli insieme. Attenzione, non si ha tutta la giornata per fare l'operazione. La reazione è piuttosto veloce ed inizia subito. 2 - 3 minuti massimo, poi il tutto si addensa e non è più utilizzabile.
Dato che il materiale costa, conviene farsi un calcolo di quanto prelevarne.

Nel caso specifico, parliamo di cilindri, quindi il volume è dato dall'area di base x altezza.

Il cilindro esterno ha dimensioni : 39 mm diametro (interno) e altezza 32 mm per cui il suo volume è 38207,52 mm3
Il cilindro interno ha diametro (esterno) 22 mm e altezza 32 mm per cui il volume è = 12158,08 mm3
Il pezzo che interessa è la differenza tra i due volumi ovvero 26049,44 mm3 che arrotondando per eccesso fanno 26,0 cm3

Quindi occorre prelevare 13 cc di componente A e 13 cc di componente B. Il tutto va moltiplicato per 4 dovendo fare 4 pezzi. quindi servono 52 cc di componente A e 52 cc di componente B.
Poichè la geometria (solida) non è un reato, i calcoli portano a questi volumi. Nulla di difficile a farsi. Così si evita di sprecare materiale in eccesso o peggio trovarsi a corto e non finire una colata.


Immagine


Preparata la miscela si provvede a colarla negli stampi.


Immagine


Immagine


Il colore brunastro della miscela, tende col passare dei minuti a schiarirsi fino al giallo pallido. Questo indica la polimerizzazione (irreversibile). La reazione è esotermica (sprigiona calore) ed è normale avvertire i pezzi piuttosto caldi. La velocità di indurimento è influenzata dalla temperatura esterna. In estate è rapida, anche troppo. Se non si è lesti, ci si trova con il tutto indurito prima ancora di colarlo.


Immagine


A fine reazione i pezzi appaiono di colore giallo pallido. Bisogna attendere un certo tempo prima di poterli sformare. Di solito quando il tutto si è raffreddato a temperatura ambiente si può procedere.

La resina non attacca sulla plastica e sul metallo ragion per cui la sformata è di semplice esecuzione, bastano un cacciavite grosso e un martello.
Con il martello la prima botta estrae il pezzo dal cilindro. Con il manico del cacciavite, si elimina il torzo di metallo.


Immagine


Immagine


I pezzi che costituiscono i semi-lavorati da cui partire si presentano così:


Immagine


Immagine


Chiaramente il sensore non entra, ma è meglio così. Il foro deve essere portato a 23,05 m. Meglio calcolare lo spessore per la vernice, mica lo si vuole verniciare vicino alla macchina...


Ora, con lo stesso sistema si realizzano i contro-tappi. Ho trovato dei tappi ruota FIAT da adattare allo scopo.


Immagine


Nastrando le feritoie e colando la resina all'interno si rendono i tappi un corpo unico


Immagine


Immagine


Immagine


Chiaramente si parla di pezzi semi-lavorati. Per arrivare ai pezzi finiti serve un normalissimo tornio. Senza di quello i pezzi non si possono ottenere. In teoria facendo uno stampo più "preciso" il pezzo potrebbe anche venire a dimensione quasi reale, ma secondo me conviene sempre lavorare il materiale con strumenti meccanici e portarli a dimensione con precisione.

Pure i motori sono fatti così. Il semi-lavorato ottenuto per fusione va poi lavorato fino ad ottenere il pezzo finale.

Come per la questione della modifica delle frecce laterali, anche questa è una cosa da farsi allorquando ci sia la necessità di dover riverniciare o sostituire il paraurti posteriore. Fintanto che è in buono stato non conviene mettersi a smanettare al solo fine estetico; ciò non toglie che lo si possa fare, ma ripeto certe cose a mio giudizio sono da farsi quando ne capita la necessità (magari non voluta).

Il lavoro così eseguito porta i sensori a raso del paraurti e li rende molto meno invasivi dal punto di vista estetico avvicinandosi allo standard odierno, dove sono veramente miniaturizzati e discreti.
Dimensionando opportunamente i fori si potrebbero adattare anche altri sensori più piccoli (tipo 500, Giulietta e simili), ma non so se l'attacco dei fili è lo stesso. Altra cosa, è da verificare la compatibilità con l'impianto di origine.
Inoltre io tendo sempre ad ottimizzare/sfruttare quello che c'è.
I sensori di parcheggio funzionano bene e svolgono il loro compito. Solo, sono "brutti" e troppo visibili. Meglio "imboscarli" e fargli svolgere il lavoro da posizione riparata e non esposta. :OK) :OK) :OK) :OK) :OK)
Se un anima libera dovesse arrivare in questo luogo, negli innumerevoli secoli di là da venire, possano tutte le nostre voci sussurrarti dalle pietre senza età, "và a dire agli Spartani, viandante, che qui, secondo la legge di Sparta, noi giacciamo".
Avatar utente
MJman
Super Alfista
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 09/11/2014, 22:42
Socio N.: 0
Status: Tirannosauro

Messaggioda patrick76 » 21/06/2015, 3:18

:clap) :clap) :OK) :OK) :OK)
alfa gt 1.9jtd nero metallico pelle rossa black interior cerchi black line da 18 + pirelli pzero
Avatar utente
patrick76
Cuore Sportivo
 
Messaggi: 7863
Iscritto il: 29/07/2005, 12:34
Località: teramo
Socio N.: 0

Prossimo

Torna a Modifiche estetiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti