Comando geometria variabile ...?...

Parliamo qui della nuove medie che hanno fatto sognare le nuove generazioni di Alfisti

Moderatore: Moderatori

Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda madmax_78 » 22/11/2008, 18:25

Ieri ho messo il manometro, molto volante, col tubetto a penzoloni e il mio
preparatore mi ha fatto notare che probabilmente dovrei fa controllare il comando della geometria,
in quanto la mappa che mi ha fatto come test non dovrebbe superare i 1,3 bar ma a me arriva a 1,6 di fisso e
alle volte di picco arrivo a 1,8.
Il manometro è tarato a banco e preciso.
Detto questo...cosa sarebbe il comando della fasatura? La Wastgate? Se si come si controlla?
Ultima modifica di madmax_78 il 25/11/2008, 7:42, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
madmax_78
Alfista Senior
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 13/11/2007, 21:33
Località: Alessandria

Re: Comando fasatura variabile ...?...

Messaggioda nitrous » 25/11/2008, 0:37

i turbodiesel non hanno la fasatura variabile, sarebbe veramente inutile
Avatar utente
nitrous
Alfista TOP
 
Messaggi: 4006
Iscritto il: 03/12/2006, 15:20
Località: localhost
Status: Scomunicato

Re: Comando fasatura variabile ...?...

Messaggioda Elbarto » 25/11/2008, 0:56

non è che voleva dire "geometria variabile"?
Alfa Romeo GT 1.9 Multijet: grigio lipari & pelle nera
EX: 147 2.0Selespeed: nero fuoco & pelle rossa
Avatar utente
Elbarto
Alfista Veteran
 
Messaggi: 528
Iscritto il: 17/06/2005, 18:06
Località: corato(BA)

Re: Comando fasatura variabile ...?...

Messaggioda madmax_78 » 25/11/2008, 7:41

azz scusate è vero...che erroraccio, avevo la testa tra le nuvole.
Avatar utente
madmax_78
Alfista Senior
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 13/11/2007, 21:33
Località: Alessandria

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda cat147 » 25/11/2008, 20:09

Sul turbocompressore della 147 (garrett gt1749v) la gestione della pressione di sovralimentazione non avviene mediante una valvola waste-gate bensì mediante la gestione della geometria variabile ovverosia gestendo l'incidenza con cui i gas di scarico investono la festonatura della girante della turbina attraverso il cambiamento del grado d'incidenza dei diffusori che si trovano circonferenzialmente.
Il movimento viene ottenuto attraverso un attuatore pneumatico a depressione la cui asta di comando agisce su una leva che internamente al corpo della turbina fa ruotare di qualche grado una ghiera su cui sono collegati i singoli diffusori.
A sua volta la mandata all'attuatore della depressione creata dalla pompa di depressione (la stessa che alimenta il servofreno) e immagazzinata nel serbatoio del vuoto viene modulata da un'elettrovalvola (nel D.T.E. è definita "elettrovalvola overboost") che viene comandata elettricamente dalla centralina elettronica.
A motore spento il solenoide dell'elettrovalvola è diseccitato e la valvola resta chiusa: così, in mancanza di depressione l'attuatore rimane in posizione di riposo mantenendo la geometria aperta (ciò per motivi di sicurezza: se per un guasto non arriva depressione, i gas investono la festonatura con incidenza verso l'asse, cioè con spinta ridotta, in maniera che la girante mantenga un regime di rotazione più basso e si eviti la distruzione del turbocompressore).
Accendendo il motore il solenoide viene eccitato, la valvola si apre, all'attuatore arriva la depressione e la geometria si chiude garantendo una risposta pronta della turbina.
Il sensore presente sul collettore di aspirazione invia continuamente alla centralina le informazioni sulla pressione di sovralimentazione. Quando viene raggiunta la pressione obbiettivo (fissata in mappa) la centralina diseccita il solenoide, la valvola si chiude, cala la depressione inviata all'attuatore e la geometria sia apre stabilizzando il regime di rotazione della girante.
Purtroppo capita talora che a causa di un malfunzionamento di qualche componente del sistema, la variazione della geometria non avviene correttamente facendo salire oltre il limite di mappa la pressione. I punti deboli sono: 1) sensore di pressione rovinato o molto sporco che indica alla centralina un valore inferiore a quello reale; 2) elettrovalvola danneggiata che rimane bloccata aperta facendo rimanere sempre chiusa la geometria; 3) ghiera di comando della geometria (interna alla turbina) che si incastra a causa dei depositi di gas di scarico.
Per il sensore si può anzitutto provare a smontarlo pulendolo mediante pruzzatura al suo interno di un po' di detergente spry per carburatori e poi asciugando con un delicato (ho detto delicato!) getto di aria compressa. Per l'elettrovalvola non c'è nulla da fare: il suo malfunzionamento non è direttamente diagnosticato dal tester d'officina (tranne che azionandola volutamente tramite tester) e quindi di solito lo si sostituisce e basta (al 90% il problema è lì, inoltre il pezzo non è molto costoso anche se la sua sostituzione può avvenire soltanto in officina dovendosi scaldare con un apposito attrezzo i tubi plastici di collegamento). La funzionalità della geometria si verifica staccando il tubo azzurro al di sotto del polmoncino e attaccandoci una pompa di pressione/depressione con vuotomanometro (attrezzo in dotazione alle officine Alfa) e quindi si verifica che il movimento avvenga linearmente alla depressione prescritta. Se non è così non c'è altra soluzione se non la revisione del turbocompressore o la sua sostituzione (soluzione drastica preferita dalle officine ufficiali).
Alfa 147 1.9 jtd 2002, assetto regolabile Koni-H&R, OZ Superturismo DTM 17" e Continental ContiSportContact 3 215/45R17 87W, Becker Traffic-pro vip edition, DSP Audison Bit-one, 1200 w r.m.s. totali, paraurti anteriore Alfa sport, kit xeno, lavafari artigianale, battitacco cromati, strumentazione aggiuntiva, lavavetri gtv...ed altro ancora.
Jaguar XF 2.7 d Premium Luxury 2008 (quasi) full optional.
Alfetta GTV 2000 L 1979.
Alfa Romeo Montreal 1973
cat147
Super Alfista
 
Messaggi: 1950
Iscritto il: 11/04/2005, 13:13
Località: diciamo Padova?

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda madmax_78 » 26/11/2008, 0:14

Grazie mille..che spiegone, ora me lo salvo sul pc :OK)
Avatar utente
madmax_78
Alfista Senior
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 13/11/2007, 21:33
Località: Alessandria

X Cat147

Messaggioda madmax_78 » 26/11/2008, 0:40

Ma l'elettrovalvola è questa?

Immagine
Avatar utente
madmax_78
Alfista Senior
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 13/11/2007, 21:33
Località: Alessandria

Re: X Cat147

Messaggioda cat147 » 26/11/2008, 13:46

madmax_78 ha scritto:Ma l'elettrovalvola è questa?

Immagine


Si, nella vista esplosa l'elettrovalvola è contrassegnata con il n. 1. Di fatto è imbullonata in basso, a fianco della scatola filtro aria.
Alfa 147 1.9 jtd 2002, assetto regolabile Koni-H&R, OZ Superturismo DTM 17" e Continental ContiSportContact 3 215/45R17 87W, Becker Traffic-pro vip edition, DSP Audison Bit-one, 1200 w r.m.s. totali, paraurti anteriore Alfa sport, kit xeno, lavafari artigianale, battitacco cromati, strumentazione aggiuntiva, lavavetri gtv...ed altro ancora.
Jaguar XF 2.7 d Premium Luxury 2008 (quasi) full optional.
Alfetta GTV 2000 L 1979.
Alfa Romeo Montreal 1973
cat147
Super Alfista
 
Messaggi: 1950
Iscritto il: 11/04/2005, 13:13
Località: diciamo Padova?

Grazie Cat147

Messaggioda madmax_78 » 26/11/2008, 14:22

Sei sicuro che non si possa smontare senza portarla in officina?
Mi chiederanno molto? Vorrei cambiarla comunque, così mi tolgo anche quel dubbio, dato che
il sensore di sovralimentazione l'ho già cambiato.
Avatar utente
madmax_78
Alfista Senior
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 13/11/2007, 21:33
Località: Alessandria

Re: Grazie Cat147

Messaggioda cat147 » 26/11/2008, 22:11

madmax_78 ha scritto:Sei sicuro che non si possa smontare senza portarla in officina?
Mi chiederanno molto? Vorrei cambiarla comunque, così mi tolgo anche quel dubbio, dato che
il sensore di sovralimentazione l'ho già cambiato.


Sono sicuro almenoché tu non abbia a disposizione una mini fiamma ossidrica portatile e la sappia usare correttamente. Infatti la parte pneumatica dell'elettrovalvola è collegata ai tubicini mediante una specie di saldatura termica e quindi bisogna scaldare la parte (senza bruciarla) sia per levare i tubi dal pezzo vecchio, sia per metterli su quello nuovo. L'ho visto di persona in officina.
In sé è un lavoretto da mezz'ora e quindi il costo è quello di mezzora di manodopera. Il pezzo, quando lo comprai un paio d'anni fà, era sui 70 euro più iva.
Alfa 147 1.9 jtd 2002, assetto regolabile Koni-H&R, OZ Superturismo DTM 17" e Continental ContiSportContact 3 215/45R17 87W, Becker Traffic-pro vip edition, DSP Audison Bit-one, 1200 w r.m.s. totali, paraurti anteriore Alfa sport, kit xeno, lavafari artigianale, battitacco cromati, strumentazione aggiuntiva, lavavetri gtv...ed altro ancora.
Jaguar XF 2.7 d Premium Luxury 2008 (quasi) full optional.
Alfetta GTV 2000 L 1979.
Alfa Romeo Montreal 1973
cat147
Super Alfista
 
Messaggi: 1950
Iscritto il: 11/04/2005, 13:13
Località: diciamo Padova?

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda bers » 26/11/2008, 23:54

ma va la valvola te la puoi cambiare anche tu a casa con un po di manualita.. l'unica cosa un po rognosa è togliere i tubetti.. per rimetterli basta che metti un goccio di svitol e entrano come niente non esagerare pero! gia che ci sei quasi quasi cambierei anche i tubetti per sicurezza.. visto che spesso e volentieri si rompono...
quanto piu ci innalziamo tanto piu sembriamo piccoli a quelli che non possono volare

my N@sOn@ __________ http://www.147virtualclub.it//forum/vie ... hp?t=75356
Avatar utente
bers
Alfista Veteran
 
Messaggi: 525
Iscritto il: 06/08/2007, 21:32
Località: biella

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda dome77 » 27/11/2008, 11:11

a me si e rotto un tubo proprio sull ' elettrovalvola!!!!!cioe si e spezzato proprio sull'attacco!!!!sono impazzito a capire cosa era..la car non andava piu e per di piu negli ultimi 2 giorni mi si e pure accesa la spia avaria controllo motore....cmq costa 71 euro,ma sto cercando di sistemarla inserendo un tubicino in ottone all'interno della stassa....provo cosi oppure vado dal demolitore e ne prendo una.....poi avrei una curiosita,ma la valvola che nell'esploso e chiamata sgr 10252 si puo smontare ed eventualmente pulire????
Avatar utente
dome77
Alfista Senior
 
Messaggi: 475
Iscritto il: 05/11/2005, 20:09
Località: Torino

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda cat147 » 27/11/2008, 19:45

bers ha scritto:ma va la valvola te la puoi cambiare anche tu a casa con un po di manualita.. l'unica cosa un po rognosa è togliere i tubetti.. per rimetterli basta che metti un goccio di svitol e entrano come niente non esagerare pero! gia che ci sei quasi quasi cambierei anche i tubetti per sicurezza.. visto che spesso e volentieri si rompono...


Però poi bisogna vedere se con lo svitol rimangono al loro posto i tubetti, senza sfiati e senza perdite. Se vengono applicati a caldo un motivo c'è ed è quello di assicurare la sigillatura del circuito.
Alfa 147 1.9 jtd 2002, assetto regolabile Koni-H&R, OZ Superturismo DTM 17" e Continental ContiSportContact 3 215/45R17 87W, Becker Traffic-pro vip edition, DSP Audison Bit-one, 1200 w r.m.s. totali, paraurti anteriore Alfa sport, kit xeno, lavafari artigianale, battitacco cromati, strumentazione aggiuntiva, lavavetri gtv...ed altro ancora.
Jaguar XF 2.7 d Premium Luxury 2008 (quasi) full optional.
Alfetta GTV 2000 L 1979.
Alfa Romeo Montreal 1973
cat147
Super Alfista
 
Messaggi: 1950
Iscritto il: 11/04/2005, 13:13
Località: diciamo Padova?

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda cat147 » 27/11/2008, 19:50

dome77 ha scritto:a me si e rotto un tubo proprio sull ' elettrovalvola!!!!!cioe si e spezzato proprio sull'attacco!!!!sono impazzito a capire cosa era..la car non andava piu e per di piu negli ultimi 2 giorni mi si e pure accesa la spia avaria controllo motore....cmq costa 71 euro,ma sto cercando di sistemarla inserendo un tubicino in ottone all'interno della stassa....provo cosi oppure vado dal demolitore e ne prendo una.....poi avrei una curiosita,ma la valvola che nell'esploso e chiamata sgr 10252 si puo smontare ed eventualmente pulire????


Non è una valvola ma l'attuatore pneumatico e non si sporca all'interno. Eventuale sporcizia esterna (nel limite di una sporcizia fisiologica per un vano motore) non ne altera il funzionamento. Non si può aprire perchè sigillato ma si può smontare dal corpo del turbocompressore. In tal caso bisogna fare molta attenzione perchè la barretta di collegamento al meccanismo della geometria variabile è di lunghezza regolabile mediante filettatura e al rimontaggio bisogna essere certi che la lunghezza sia esatta per non dare valore di incidenza sbagliati ai diffusori.
Alfa 147 1.9 jtd 2002, assetto regolabile Koni-H&R, OZ Superturismo DTM 17" e Continental ContiSportContact 3 215/45R17 87W, Becker Traffic-pro vip edition, DSP Audison Bit-one, 1200 w r.m.s. totali, paraurti anteriore Alfa sport, kit xeno, lavafari artigianale, battitacco cromati, strumentazione aggiuntiva, lavavetri gtv...ed altro ancora.
Jaguar XF 2.7 d Premium Luxury 2008 (quasi) full optional.
Alfetta GTV 2000 L 1979.
Alfa Romeo Montreal 1973
cat147
Super Alfista
 
Messaggi: 1950
Iscritto il: 11/04/2005, 13:13
Località: diciamo Padova?

Re: Comando geometria variabile ...?...

Messaggioda dome77 » 28/11/2008, 9:50

cat147 ha scritto:
dome77 ha scritto:a me si e rotto un tubo proprio sull ' elettrovalvola!!!!!cioe si e spezzato proprio sull'attacco!!!!sono impazzito a capire cosa era..la car non andava piu e per di piu negli ultimi 2 giorni mi si e pure accesa la spia avaria controllo motore....cmq costa 71 euro,ma sto cercando di sistemarla inserendo un tubicino in ottone all'interno della stassa....provo cosi oppure vado dal demolitore e ne prendo una.....poi avrei una curiosita,ma la valvola che nell'esploso e chiamata sgr 10252 si puo smontare ed eventualmente pulire????


Non è una valvola ma l'attuatore pneumatico e non si sporca all'interno. Eventuale sporcizia esterna (nel limite di una sporcizia fisiologica per un vano motore) non ne altera il funzionamento. Non si può aprire perchè sigillato ma si può smontare dal corpo del turbocompressore. In tal caso bisogna fare molta attenzione perchè la barretta di collegamento al meccanismo della geometria variabile è di lunghezza regolabile mediante filettatura e al rimontaggio bisogna essere certi che la lunghezza sia esatta per non dare valore di incidenza sbagliati ai diffusori.


ok grazie mille!!!! :OK)
Avatar utente
dome77
Alfista Senior
 
Messaggi: 475
Iscritto il: 05/11/2005, 20:09
Località: Torino

Messaggioda fajol89 » 07/11/2016, 19:04

cat147 ha scritto:Sul turbocompressore della 147 (garrett gt1749v) la gestione della pressione di sovralimentazione non avviene mediante una valvola waste-gate bensì mediante la gestione della geometria variabile ovverosia gestendo l'incidenza con cui i gas di scarico investono la festonatura della girante della turbina attraverso il cambiamento del grado d'incidenza dei diffusori che si trovano circonferenzialmente.
Il movimento viene ottenuto attraverso un attuatore pneumatico a depressione la cui asta di comando agisce su una leva che internamente al corpo della turbina fa ruotare di qualche grado una ghiera su cui sono collegati i singoli diffusori.
A sua volta la mandata all'attuatore della depressione creata dalla pompa di depressione (la stessa che alimenta il servofreno) e immagazzinata nel serbatoio del vuoto viene modulata da un'elettrovalvola (nel D.T.E. è definita "elettrovalvola overboost") che viene comandata elettricamente dalla centralina elettronica.
A motore spento il solenoide dell'elettrovalvola è diseccitato e la valvola resta chiusa: così, in mancanza di depressione l'attuatore rimane in posizione di riposo mantenendo la geometria aperta (ciò per motivi di sicurezza: se per un guasto non arriva depressione, i gas investono la festonatura con incidenza verso l'asse, cioè con spinta ridotta, in maniera che la girante mantenga un regime di rotazione più basso e si eviti la distruzione del turbocompressore).
Accendendo il motore il solenoide viene eccitato, la valvola si apre, all'attuatore arriva la depressione e la geometria si chiude garantendo una risposta pronta della turbina.
Il sensore presente sul collettore di aspirazione invia continuamente alla centralina le informazioni sulla pressione di sovralimentazione. Quando viene raggiunta la pressione obbiettivo (fissata in mappa) la centralina diseccita il solenoide, la valvola si chiude, cala la depressione inviata all'attuatore e la geometria sia apre stabilizzando il regime di rotazione della girante.
Purtroppo capita talora che a causa di un malfunzionamento di qualche componente del sistema, la variazione della geometria non avviene correttamente facendo salire oltre il limite di mappa la pressione. I punti deboli sono: 1) sensore di pressione rovinato o molto sporco che indica alla centralina un valore inferiore a quello reale; 2) elettrovalvola danneggiata che rimane bloccata aperta facendo rimanere sempre chiusa la geometria; 3) ghiera di comando della geometria (interna alla turbina) che si incastra a causa dei depositi di gas di scarico.
Per il sensore si può anzitutto provare a smontarlo pulendolo mediante pruzzatura al suo interno di un po' di detergente spry per carburatori e poi asciugando con un delicato (ho detto delicato!) getto di aria compressa. Per l'elettrovalvola non c'è nulla da fare: il suo malfunzionamento non è direttamente diagnosticato dal tester d'officina (tranne che azionandola volutamente tramite tester) e quindi di solito lo si sostituisce e basta (al 90% il problema è lì, inoltre il pezzo non è molto costoso anche se la sua sostituzione può avvenire soltanto in officina dovendosi scaldare con un apposito attrezzo i tubi plastici di collegamento). La funzionalità della geometria si verifica staccando il tubo azzurro al di sotto del polmoncino e attaccandoci una pompa di pressione/depressione con vuotomanometro (attrezzo in dotazione alle officine Alfa) e quindi si verifica che il movimento avvenga linearmente alla depressione prescritta. Se non è così non c'è altra soluzione se non la revisione del turbocompressore o la sua sostituzione (soluzione drastica preferita dalle officine ufficiali).


ma il mal funzionamento dell'elettrovalvola può causare spegnimenti improvvisi del motore dopo l'avaria motore?
fajol89
Alfista Baby
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 07/11/2016, 19:00

Messaggioda Testa » 08/11/2016, 0:28

ma il mal funzionamento dell'elettrovalvola può causare spegnimenti improvvisi del motore dopo l'avaria motore?


Come da regolamento, passa prima in "Presentazioni" viewforum.php?f=1. Grazie
Avatar utente
Testa
Moderatore
 
Messaggi: 18399
Iscritto il: 07/11/2007, 2:14
Località: Mantova
Status: Papà


Torna a Alfa 156 e Alfa 156 Sportwagon

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti